Piano Industria 4.0 e Legge di Bilancio 2019.

Prorogato l’iperammortamento.

 

La Legge di Bilancio per il 2019 ha prorogato l’iperammortamento per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico e digitale. La disposizione, infatti, ha riproposto – seppur con alcune modifiche – le agevolazioni riguardanti gli investimenti per la funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0. Tra le novità, viene introdotta una modulazione delle agevolazioni in misura decrescente a favorire le PMI.

 

In particolari in base all’importo degli investimenti, sono stati stabiliti i seguenti scaglioni:

  • . Iperammortamento 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro
  • . Iperammortamento 100%  per gli investimenti compresi tra 2,5 e 10 milioni di euro
  • . Iperammortamento 50% per investimenti compresi tra 10 e 20 mln di euro
  • . Iperammortamento 40% del costo di acquisizione dei beni immateriali (software) e dei sistemi per la gestione per e-commerce e servizi digitali – Allegato A e B
  • . Iperammortamento 0% sulla parte di investimento eccedente il limite di 20 milioni di euro
  • . Iperammortamento 0% per che ha già usufruito dell’iperammortamento 2018 al 150%

 

Gli investimenti agevolabili devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2019, ovvero entro il 31 dicembre 2020 a condizione che – entro la data del 31 dicembre 2019 – il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Scopri di più sulla LEGGE DI BILANCIO 2019

 

ALLEGATO A _ Beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello «Industria 4.0»

ALLEGATO B  _ Beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali «Industria 4.0»